FREDDO IN ARRIVO IN ITALIA IN QUESTO INVERNO 2019

 
 Credit NASA Goddard Space Flight Center Image by Reto Stöckli (land surface, shallow water, clouds). Enhancements by Robert Simmon (ocean color, compositing, 3D globes, animation). Data and technical support: MODIS Land Group; MODIS Science Data Support Team; MODIS Atmosphere Group; MODIS Ocean Group Additional data: USGS EROS Data Center (topography); USGS Terrestrial Remote Sensing Flagstaff Field Center (Antarctica); Defense Meteorological Satellite Program (city lights).

This spectacular “blue marble” image is the most detailed true-color image of the entire Earth to date. Using a collection of satellite-based observations, scientists and visualizers stitched together months of observations of the land surface, oceans, sea ice, and clouds into a seamless, true-color mosaic of every square kilometer (.386 square mile) of our planet. These images are freely available to educators, scientists, museums, and the public. This record includes preview images and links to full resolution versions up to 21,600 pixels across.

Much of the information contained in this image came from a single remote-sensing device-NASA’s Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer, or MODIS. Flying over 700 km above the Earth onboard the Terra satellite, MODIS provides an integrated tool for observing a variety of terrestrial, oceanic, and atmospheric features of the Earth. The land and coastal ocean portions of these images are based on surface observations collected from June through September 2001 and combined, or composited, every eight days to compensate for clouds that might block the sensor’s view of the surface on any single day. Two different types of ocean data were used in these images: shallow water true color data, and global ocean color (or chlorophyll) data. Topographic shading is based on the GTOPO 30 elevation dataset compiled by the U.S. Geological Survey’s EROS Data Center. MODIS observations of polar sea ice were combined with observations of Antarctica ma
 

AFFRONTA IL FREDDO IN ARRIVO CON I GENERATORI D’ARIA CALDA BIEMMEDUE

Ci siamo: come ogni anno le temperature scendono rapidamente e Il meteo diventa pienamente invernale sull'Italia. L’aria fredda artica ha contribuito nei primi giorni di dicembre ad aumentare il freddo, con i valori minimi che di notte si sono portati fin verso gli zero gradi, e localmente anche al di sotto, in Val Padana e pianure interne del Centro Italia.

Siamo solo all’inizio: il nuovo anno infatti entra nel vivo e l’inverno dà il suo benvenuto e farà in modo che il freddo si consolidi ulteriormente nelle prossime settimane.

Le temperature subiranno ulteriori flessioni e porteranno vere e proprie gelate, soprattutto nelle regioni del Nord. Inoltre, l'arrivo di perturbazioni, unite alla persistenza di quest'aria fredda al suolo, consentirà le prime nevicate di stagione, fino a quote localmente basse al Nord e su parte delle regioni centrali.

Non farsi trovare impreparati a questo freddo invernale, alle gelate dei nostri ambienti domestici e lavorativi e alla neve che presto cadrà al suolo, è indispensabile per non rischiare di patire il freddo imminente e di vedere ghiacciare case, uffici, Aziende, tubi e strumenti di produzione. 

La soluzione? Affidarsi al riscaldamento BIEMMEDUE, che con la sua linea ARCOTHERM di generatori d'aria calda garantisce il calore necessario a riscaldare ambienti di dimensioni differenti, anche quando i sistemi di riscaldamento tradizionali non bastano o non sono sufficienti o, come in questo caso, in situazione di emergenza temporanee. 

Affidarsi ai generatori d'aria calda BIEMMEDUE per rispondere ai problemi legati a cali di temperatura improvvisi è la soluzione ideale per non farsi trovare impreparati ad affrontare l’inverno 2019.

AZIENDA BM2Cristian Montà